martedì 1 marzo 2011

Chiacchiere, cenci, frappe...

Chiacchiere, galani, crostoli, bugie, frappe, cenci, sfrappole… insomma, il nome si traveste ma la sostanza è sempre la stessa: semplicissime strisce di pasta fritte che in cottura - ahimè, frittura - si gonfiano, si attorcigliano e, come dice l’Artusi al quale ho rubato la ricetta, assumono forme bizzarre.


Nella loro semplicità queste chiacchiere sono davvero buone, leggerissime e profumate. Andrebbero rigorosamente fritte, in olio o strutto (oh my God!), ma io non ce l'ho proprio fatta ad acquistare quelle quattro o cinque confezioni di buon lardo e ho utilizzato l'olio d'arachidi. Poi ci sarebbe la versione al forno, un sistema molto salutare di cottura diffusa negli ultimi anni che ho sempre guardato con diffidenza. Comunque, vi riporto la ricetta con qualche modifica e vi invito a provarla.


I Cenci profumati all'arancia

Farina 00, 250 g
Zucchero, 20 g
Uova, 2
Burro, 20 g
Buccia di un'arancia
Sale, un pizzico
Grappa, un bicchierino (3-4 cucchiai)

Mischiate tutti gli ingredienti e fatene un impasto piuttosto duro, lavorandolo bene ed a lungo, ed aggiungendo altra farina se dovesse risultare troppo molle.
Dopodichè, copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare per circa un'ora.

Stendete l'impasto su di una superficie infarinata e ricavatene una sfoglia alta circa 3 mm . Io ho utilizzato la macchina sfogliatrice, fermandomi al penultimo livello.
Utilizzando la rotella dentata tagliate delle strisce ed fate anche delle incisioni all'inteno in modo da intrecciarle.

A questo punto andrebbero fritte in olio caldo, finchè non sono ben dorate, e messe a scolare su di un piatto ricoperto di carta assorbente.

Se preferite, dopo avere steso le strisce di pasta su una teglia ricoperta di carta forno, cuocetele in forno caldo, a 180°C, per 12 minuti.

Quando saranno completamente fredde si spolverizzano con dello zucchero a velo, meglio se vanigliato.

Le castagnole di ricotta - le frittelle di riso - le palline di semolino, sono altri dolci tipici di questo periodo.



Chiacchiere recipe: a classic Carnival pastries.

Ingredients: 250 g Flour 00 type (flour with low protein content) - 20 g sugar - 20 g softened butter - 2 small eggs - a small glass of grappa (about 3-4 tablespoon) - grated rind of one orange - a pinch of salt.

Direction: make a fairly stiff dough with these ingredients, kneading it thoroughly, and adding more flour if it comes out too soft.
Let rest covered for one hour. Roll the dough out into an eighth-of-an-inch (3 mm) thick sheet, you can use the imperia (or pasta) machine. I like to stop at the second last thickness of my pasta machine. Some people like it thinner. Use a serrated pastry wheel to cut it into strips as long as your palm and two fingers wide. But you you can be creative. Make a cut down the middle of each cencio (so as to obtain two strips joined at the ends), twist the side strips without breaking them. I do not let dry the sheets of dough but immediately go on cutting and frying.
Fry them in hot oil or lard, and dust them with confectioners sugar when they’re cool.

32 commenti:

  1. Buonissime!! Qui da me si chiamano anche "Crostoli"! Quest'anno non ne ho mangiato nemmeno un pezzettino!!^_^
    Sono venuti una meraviglia!!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Davvero un'ottima ricetta! Buuuuuuoooooneeee

    RispondiElimina
  3. Sembrano cosi friabili che buoni!

    RispondiElimina
  4. Ma ricetta assomiglia molto a quella che uso sempre...ereditata dalla zia ^_^ solo che lei al posto della grappa metteva il grand marnier.

    RispondiElimina
  5. buoneeee,,,adoro l chiacchiere..non avevo mai provato ad aromatizzarle all'arancia...da fare!!!grazie :-)

    RispondiElimina
  6. Ciao Anto,sai che nonostante questo periodi di "fritti" io non ho assaggiato nulla? Ma non perchè non mi piacciano,anzi... Dovessi prendere la decisione di friggere,farei la tua stessa ricetta,Artusi è una garanzia!
    Donatella

    RispondiElimina
  7. Ah, mi ricordavo bene che nelle frappe ci vuole la grappa. Belle!

    RispondiElimina
  8. l'aroma di arancia è veramente un'ottima variante...
    ciao

    RispondiElimina
  9. Ma guarda caso ho postato poco fa una ricetta di "chiacchiere al Forno"..sono comunque della tua idea..quello che va fritto...va fritto punto e basta!..cotto al forno è una variante che non assomiglia al fritto, comunque nel caso non si possa mangiare ci si accontenta..Ottime anche le tue di "chiacchiere"!!!
    ciao Morena

    RispondiElimina
  10. http://pasticcioallitalianaenbarcelona.blogspot.com/martedì, 01 marzo, 2011

    stessa ricetta della mia mamma...
    una via che non faccio le chiacchere!
    mi sa che uno di questi giorni mi ci cimento, anche se non mi piace molto friggere :-(

    RispondiElimina
  11. sono assolutamente perfette, sottili e bollose...buone, buonissime, brava!

    RispondiElimina
  12. in questi giorni le chiacchiere sono d'obbligo, anche io le ho fatte sul mio blog! complimenti per le tue ,sembrano davvero fragranti !!! :-)

    RispondiElimina
  13. Buone! la prossima settimana le faccio anche io...gnam!!

    RispondiElimina
  14. Ciao Antonella, purtroppo (o per fortuna) la penso come te... non esiste rimedio: FRITTE !!!

    Pensavo ad una variante, quest'anno... vediamo se ci riesco :-D

    Ciaooo

    RispondiElimina
  15. Semel in anno licet .....un fritto dolce e bello unto, dorato, speziato...mmmm...

    RispondiElimina
  16. ti sono venute perfette, come piacciono a me, friabili e leggere che si sciolgono in bocca. qui a firenze si chiamano cenci ma spesso sono troppo alti, e grevi. invece le sfrappole della mia infanzia erano così... talmente leggere da essere impalpabili. come le tue!

    RispondiElimina
  17. Provate!!! Buone davvero (anche se mi sono dimenticata di mettere il sale e si sentiva!!!!). Però sono rimaste belle asciutte ed il gusto è molto buono! Grazie per la ricetta!!

    RispondiElimina
  18. Due giorni fa le ho provate al profumo di limone: buone!

    RispondiElimina
  19. Ciao cara!!!
    Sei invitata ufficialmente a partecipare al mio primo contest!!!
    Un bacione!
    Dada ^.^
    http://lericettedellamorevero.blogspot.com/2011/03/cosa-sforno-oggi-primo-contest-delle.html

    RispondiElimina
  20. ciao, colgo l'occasione per invitarti a partecipare al mio primo contest di ricette di primi piatti dal titolo "SAPORI E COLORI DEL MEDITERRANEO"(http://primopiattoquasifatto.blogspot.com/2011/03/sapori-e-colori-del-mediterraneoil-mio.html)

    RispondiElimina
  21. Quante belle idee per il carnevale! peccato io arrivi sempre in ritardo...per l'anno prossimo però ho un sacco di spunti! ;)

    RispondiElimina
  22. beh Carnevale è passato da un pezzo, ma il profumo è rimasto nella rete...

    RispondiElimina
  23. BUON COMPLEANNO ITALIA! Proprio in occasione dei festeggiamenti dell'Unità d'Italia, Ballarini e il blog Farina, lievito e fantasia hanno indetto un fantastico contest "150 anni in tavola". Si potrà partecipare con ricette tipiche delle proprio regioni e in palio ci sono dei bellissimi prodotti della linea Titanio della Ballarini.
    Corri a leggere il regolamento. Ti aspettiamo! http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/03/contest-150-anni-in-tavola.html

    RispondiElimina
  24. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. A Firenze si chiamano cenci e sono una delizia, proprio come i tuoi splendidamente riusciuti. Foto che non lasciano dubbi sulla lorà bontà :)

    Bacio e buona domenica
    diariodicucina.blogspot.com

    RispondiElimina
  27. complimenti, una vera delizia per il palato!!! :-D bacioni!

    RispondiElimina
  28. buonissime la prima volta che l'ho fatte e sono uscite come le faceva mia madre che non ce + da 2 mesi e sono piaciute a tutti grazieeeeee

    RispondiElimina