lunedì 29 novembre 2010

Crostata al cioccolato

Avevo voglia di un dolce invernale, “semplice” e senza troppi fronzoli.
Ho subito pensato alla crostata al cioccolato, indecentemente calorica ma tanto deliziosa al palato, di Ernst Knam.

Crostata al cioccolato

A prima vista l’esecuzione può sembrare complicata, in realtà è abbastanza semplice:
la frolla al cioccolato è facile da fare e si può preparare anche il giorno prima, anzi, meglio se preparata con largo anticipo! E poi c’è il ripieno, denso e cremoso, che assomiglia un po’ ad un budino e che viene fuori da una combinazione di crema pasticcera e ganache al cioccolato… per cui, accertatevi di essere nelle giuste condizioni fisiche prima di affrontare questo ammontare di calorie sufficiente a sfamare un intero reggimento per giorni interi :)


Crostata al cioccolato
Da una ricetta di Ernst Knam

Pasta frolla al cioccolato
Farina 00, 200 g
Burro, 100 g
Zucchero, 100 g
Cacao, 15 g
Uova, 1 ( grande)
Lievito chimico in polvere, 5 g
Sale, un pizzico

Crema al cioccolato
Cioccolato fondente, 180 g
Panna liquida, 120 g

Crema pasticcera
Latte intero, 215 g
Zucchero semolato, 35 g
Farina 00, 12 g
Fecola di patate, 4 g
Tuorli, 2
Bacello di vaniglia, ½

Preparare la pasta frolla
Setacciate sul piano di lavoro la farina con il cacao, il lievito, lo zucchero ed il pizzico di sale. Mettete al centro il burro a pezzettini e cominciate ad impastarlo con la farina, lavorandolo velocemente con i polpastrelli e cercando di non scaldarlo troppo. Quando avrete ottenuto un composto sabbioso mettete al centro l’uovo leggermente sbattuto ed amalgamatelo al “sablèe” cercando di compattarlo con movimenti rapidi. Impastate il minimo indispensabile per ottenere un impasto liscio, quindi raccoglietelo a palla, avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare per almeno un’ora in frigorifero.

Preparare la crema pasticcera
Fate bollire il latte con il bacello di vaniglia diviso in due. Raccogliete i tuorli insieme allo zucchero in un pentolino. Lavorateli qualche minuto con un cucchiaio di legno e unite la farina e la fecola setacciata. Diluite il composto versando a filo tutto il latte caldo dal quale avrete scartato il bacello di vaniglia. Ponete la casseruola sul fuoco e, mescolando ininterrottamente, fate cuocere la crema per qualche minuto, fino a quando si sarà addensata. A cottura ultimata trasferite la crema in una terrina per farla raffreddare, mescolando di tanto in tanto perché non si formi la pellicina.

Preparare la ganache al cioccolato
Tritate grossolanamente il cioccolato per la ganache. Portate a bollore la panna, versatela sul cioccolato mescolando con una spatola fino a che non sarà completamente sciolta. Lasciate raffreddare mescolando ogni tanto.

Unite le due creme (pasticcera e ganache) ed amalgamare perfettamente fino ad ottenre un composto omogeneo.

Assemblare la crostata
Imburrate una tortiera da crostata (io ho fatto delle mini porzioni).
Su di una spianatoia infarinata stendere 2/3 della pasta frolla al cioccolato ad uno spessore di 2 mm, quindi foderate lo stampo (o gli stampini) con la frolla. Pareggiate i bordi con un coltellino togliendo la pasta in eccesso.

Versare la crema al cioccolato ormai fredda nello stampo e livellare bene la superficie con una spatola.

Stendere la pasta rimasta e ritagliare delle striscioline larghe circa 1 cm con l’apposita rotellina. Disporle sulla crostata formando una griglia.
Cuocere nel forno preriscaldato a 180° C per 30 minuti circa.

*Ho seguito piuttosto fedelmente la ricetta ma, per la frolla al cioccolato, ho fatto di testa mia! Ed è stata questa l’unica variazione che ho apportato.


Chocolate tart - Crostata
Crostata is the typical Italian dessert, made with Italian short dough (pasta frolla).

Ingredient for the crust
Pasta frolla: 200 g flour – 1 pinches of salt – 100 g unsalted butter – 1 egg – 100g sugar – 5 grams of baking powder - 15 g cocoa – 4 drops vanilla extract

Ingredient For the chocolate filling
Crema pasticcera: 12 g of flour 00 – 35 g of sugar - 4 g of potato starch - 215 g of whole milk – 2 eggs yolk - vanilla.

Ganache Recipe: 180 grams semisweet or bittersweet chocolate, cut into small pieces
120 ml heavy whipping cream

First make the pasta frolla.

Add the flour, sifted with baking powder, cocoa and salt,
and butter to a large mixing bowl and rub through with your fingers until it's the consistency of breadcrumbs. Mix in the egg, sugar and vanilla and knead the mixture lightly and gently to ensure a light crumbly pastry. Form the pastry into a ball, wrap in cling film and and refrigerate 1 hour 30 minutes to 2 hours.
Prepare the filling.

Crema pasticcera: In a separate sauce pan, scald the milk with the vanilla bean.In the meantime Place sugar, egg yolks, and flour and FECOLA in a sauce pan and mix together.
By this time the milk on the stove will be about ready to boil. Fish out and discard the vanilla bean, and slowly whisk the milk into the egg-and-milk mixture. Return the cream to the pot and the pot to the fire, and continue cooking over a low flame, stirring gently, until it barely reaches a slow boil. The crema should be thick and similar to pudding. Remove pan from heat. Place a piece of wax paper on the surface of the crema to prevent a skin from forming or let it cool, gently stirring it often to keep a skin from forming across top.
Prepare the Ganache: bring the cream to a boil, then remove from the heat at once and pour over a bowl of chopped chocolate. Let it stand, covered, for a moment to soften the chocolate, then stir until well combined. Let it cool.
Combine crema pasticcera with chocolate ganache ed mix well. Let it cool.
Assembling cake
Preheat oven to 350 degrees F. Remove dough from refrigerator.
Set aside 1/3 of the dough. On lightly floured surface, with floured rolling pin, roll out a remaining dough in a larger disk. Place circle on a greased round pan. Refrigerate 15 minutes. On lightly floured waxed paper, roll remaining 1/3 of dough into round. Cut dough into twelve 1-inch-wide strips. Refrigerate 15 minutes. Pour the chocolate filling into the cooled tart base and then make lattice top: Place dough strips, 1 across tart, trimming ends even with side of tart pan; repeat with more strips placed diagonally across first ones to make diamond lattice pattern. Trim ends and reserve trimmings. Bake about 30 minutes.

23 commenti:

  1. Che invitante crostata?????? bella, aprticolare e di sicuro buonissima, buona settimana
    tamara

    RispondiElimina
  2. Grazie Tamara, e buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
  3. in effetti c'e' da lavorare, ma guarda che fantastico risultato!!!

    RispondiElimina
  4. madoo che botta di vita!! Magari poterla fare..ma son a dieta strettisima prima di natale!! Però a natale la posso fare!!

    RispondiElimina
  5. E' un dolce che soddisfa: nero e goloso.
    Dovrei regalare un dolce nei prossimi giorni: mi sa che ho trovato quello giusto :D

    RispondiElimina
  6. Ecco realizzata la crostata della mia lista dei desideri..tra le cose fa provare...Bella

    RispondiElimina
  7. ...mamma mia che goduria quel ripieno che fa capolino......

    RispondiElimina
  8. ciao antonella! grazie della visita..ora spulcio un po il tuo blog! ammazza se è cioccolatosa questa crostata :) perfetta per noi..
    allora a giovedì per la conoscenza reale invece che virtuale! :)

    RispondiElimina
  9. da sbelio.
    non ce la posso fare.
    dici che dovrei studiarmi mr ernst knam?
    brava anto!
    un bacio

    Gi

    RispondiElimina
  10. Per i miei nanetti sarà perfetta frolla al cioccolato e ripieno al cioccolato già li vedo con l'indice puntato sulla guancia in segno di approvazione.
    bravissima

    RispondiElimina
  11. Oh, oh, oh! direbbe Babbo Natale...

    RispondiElimina
  12. Un salutone e...ci sarai alla cena Voiello?
    ciao
    Enrico

    RispondiElimina
  13. Caspiterina che concentrato d bontà!! complimenti, ricetta meravigliosa e foto super convincenti!

    RispondiElimina
  14. Il blog Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Ballarini, ti invita a partecipare ad un contest a premi.
    Ai 3 vincitori saranno assegnati 3 fantastici prodotti Ballarini.
    Cosa aspetti? Dai libero sfogo alla fantasia e partecipa al contest.
    http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2010/11/contest-foodblogger-ai-fornelli-con.html

    RispondiElimina
  15. La foto mi ha fatto venire un'acquolina...
    quel ripieno che sbuca dalla crosta...
    Ottima e golosa!

    RispondiElimina
  16. Antonella, ancora grazie infinite per ieri e e presto spero!!!Quanta acqua:))))

    P.S. ricordavo bene la frolla ha le dosi che piacciono a me:))

    RispondiElimina
  17. Mhhhh...ma chi se ne importa delle calorie, quando si tratta di dolci non si bada alla linea!!!
    La ricetta è simile quella di V. Gigli che io ho proposto l'anno scorso.

    Brava Antonella, anche la foto è stupenda!

    Un kiss ;*

    RispondiElimina
  18. Grazie a tutte! :)

    Paola, di nulla, è stato un piacere. E per fortuna siamo riuscite ad uscire da quel parcheggio! :)

    RispondiElimina
  19. Saranno anche un mucchio di calorie, ma come si può dire di no a una crostata così?! :D

    RispondiElimina
  20. Non ho abbastanza uova. Voglio morire.

    Deve essere pazzesca!

    RispondiElimina
  21. complimentiiii :D questa crostata è meravigliosa :D
    se ti va passa da me :)
    a presto
    ciao ciaoooo

    RispondiElimina
  22. complimentiiii :D questa crostata è meravigliosa :D
    se ti va passa da me :)
    a presto
    ciao ciaoooo

    RispondiElimina